lunedì 15 marzo 2010

CHALLAH

P1110898

Dopo un fine settimana a dir poco stressante, è di nuovo lunedì. Il momento della verità si avvicina inesorabile e la tensione cresce di giorno in giorno. L'unica cosa certa è che il fine settimana prossimo sarà finita e saremo senz'altro più rilassati (a parte il fatto che dovremo organizzare un trasloco in 10 giorni ma a quello non ci abbiamo ancora minimamente pensato;)!) Intanto ricettina del giorno!
Il challah è il pane ebraico che si prepara per lo shabbat e originariamente da questo veniva prelevata la decima, offerta poi al sacerdote. Ancora oggi simbolicamente si prende un pezzetto di pane e si fa carbonizzare in forno, non consumandolo. Si tratta di un pane bianco e soffice dalla consistenza un pò briochosa ed è di solito molto ricco (io l'ho fatto semplice, senza uvette). Per tradizione sia la preparazione che il prelevamento dell'offerta, sono incombenza esclusivamente femminile. Diciamo che quel che mi ha attratto fin da subito sono le splendide forme e i vari complessi intrecci dei pani! Mi ricorda un pò i pani da colazione austriaci e gli "strizzel", e in effetti per la colazione, con burro e marmellata, è assolutamente divino! Tra l'altro dopo aver affrontata questo mondo degli intrecci, mi sa proprio che mi son buttata in un'altra fissa, quindi rassegnatemi... per qualche mese penso che qualsiasi cosa possibile sarà intrecciata! ;) Ero partita dall'idea di fare solo una megatraccia ma alla fine con gli avanzi delle estremità ho fatto anche un panino tondo intrecciato... che soddisfazione!

CHALLAH:

P1110880

250 ml. d'acqua
250 gr di farina 0
250 gr. di farina manitoba
18 gr. di lievito di birra fresco
50 gr. di zucchero
1/2 cucchiaino di sale
1 uovo
60 ml. d'olio Evo
la buccia grattugiata di 1 limone

per spannellare:
1 tuorlo
2 cucchiai d'acqua
semi di sesamo o di papavero

sciogliere il lievito di birra nell'acqua tiepida, aggiungere un cucchiaino di zucchero e lasciar riposare 5/10 minuti. In un bicchiere alto, sbattere con una forchetta l'uovo con l'olio e la scorza di limone. In una ciotola unire le farine, lo zucchero eil sale. Aggiungere l'acqua e lievito alle farine e mescolare con un cucchiaio di legno finchè non sarà assorbita. Aggiungere poi anche il composto di uovo e olio. trasferire il tutto su un piano di lavoro e impastare bene per una decina di minuti fino ad ottenere un impasto morbido e omogeneo che non si attacchi alle mani. Rimettere nella ciotola, coprire con un panno umido e lasciar lievitare per un'ora. Riprendere l'impasto e lavorarlo di nuovo per 2 o 3 minuti, quindi fare le pieghe e formare una palla che lascerete di nuovo lievitare per 45 minuti. A questo punto siamo arrivati alla fase interessante ossia la formatura. Se volete ottenere una treccia a 6 fili come ho fatto io seguite le istruzioni di questo video, mi sembra davvero ben fatto e a me è venuta perfetta, penso sia merito anche del modo in cui mostra come creare i cordoni di impasto da intrecciare, in modo che vengano tutti uguali e uniformi. Troverete le istruzioni su come fare trecce da 3 4 5 e 6 fili. Per questa in particolare inizia al minuto 5:06.
Se invece volete fare un pane tondo e intrecciato vi rimando a un tutorial in inglese con tanto di foto, è facile, facile, quanto sembra impossibile prima di farlo:)
Una volta formato il vostro o i vostri pani metteteli su una teglia coperta di carta forno e fate lievitare altri 45 min. Accendete il forno a 200°C. Sbattete il tuorlo con l'acqua e spennellate la superficie del vostro challah. Quindi cospargete con semi di sesamo o di papavero, secondo me è più carino se ne mettete solo un mucchietto su ogni "gobba" della treccia, ma potete anche cospargere tutto il pane. Infornate per 30/40 min. circa (io 30), fate la prova dello stecchino e state attenti che non vi bruci... deve venire scuro... ma non bruciare... se è il caso copritelo con un foglio di alluminio (io sì).

34 commenti:

  1. Dev'essere molto buono , non l'ho mai assaggiato ma da l'aspetto è favolosa!

    RispondiElimina
  2. dicevo, ma non so perchè il commento non è rimasto..che questa trecciona p solendida..proprio bellissima!

    RispondiElimina
  3. è veramente un pane da ricorrenza, bellissimo ed elegante. come ti capisco: il fascino dell'intrecciamento. a me scappa sempre almeno un torcione ad ogni infornata :)

    RispondiElimina
  4. davvero bellissimo, quello tondo ancora di più!
    Francesca

    RispondiElimina
  5. Non ho parole Iana...è strepitoso, perfetto, dorato al punto giusto!!!Eccezionale...bacio

    RispondiElimina
  6. io e le trecce invece non andiamo molto d'accordo, ma potrei riprovare con la tua ricetta!

    RispondiElimina
  7. wow...splendidi...chissà che gustosi....la segno!

    RispondiElimina
  8. Ma che meraviglia! Ecco, se penso alla mia "bieccia" a due capi mi pare veramente poca cosa, ma credo che comunque la difficoltà dipenda anche dalla consistenza dell'impasto. Ho visto il video e il tutorial, non sarai l'unica che comincerà ad intrecciare da qui in poi, e poi ho una passione particolare per la cultura ebraica questa ricetta non può che conquistarmi.
    L'appunto del trasloco mi ha fatto sbellicare, vorrei provare anch'io ad essere così ogni tanto, un po' incoscente e non ammattire sempre per fare tutto in tempo, che poi anche volendo non ci riesco.

    RispondiElimina
  9. Io ci rinuncio, non sono brava come te a fare questa meravigliosa treccia, sei proprio bravissima!!!
    Baci ;)

    RispondiElimina
  10. É bellissima questa treccia e deve essere deliziosa!

    RispondiElimina
  11. Tu il trasloco e io stamattina sono a casetta, che aspetto mi arrivi finalmente il divano nuovo! Nel frattempo mi mangerei un pezzetto di questo Challah dall'aspetto veramente invitante, magari non quello carbonizzato, eh?
    buon inizio settimana. FElix

    RispondiElimina
  12. che bello questo pane dolce intrecciato. la cultura ebraica è ricca di dolci legati alle ricorrenza religiose, è proprio affascinante. buon trasloco...:-(

    RispondiElimina
  13. Ciao Iana... non avevo mai sentito di questo pane..ma ldi sicuro lo provo a fare.. è bellissimo e che doratura: Splendido!!!
    E brava fanciulla!!!

    RispondiElimina
  14. bravissima non è facile fare le treccie...ben vengano le tue fisse!!

    RispondiElimina
  15. Uno spettacolo,ho visto il video,sembra facile,bisocnerebbe avere lo schermo vicino al piano di lavoro,vabbè andrò su e giù,sai la memoria mi si confonde.Baci Damiana!

    RispondiElimina
  16. Bellissimo l'intreccio e pare proprio buono. Mi piacciono queste ricette di tradizione. baci

    RispondiElimina
  17. bellissimo giuliana!

    e super lievitato!

    che voglia mi fa....

    per il resto, ti mando un abbraccio solidale

    RispondiElimina
  18. Tes hallas sont très bien faites.
    BRAVO!!!!

    RispondiElimina
  19. questo tipo di pane l'ho mangiato un paio di volte.
    veramente buono!!!!
    complimenti!
    intreccia , intreccia che ti riesce una meraviglia ^_^

    RispondiElimina
  20. Ma è bellissimo...e immagino sia pure buono :)

    RispondiElimina
  21. Sandra Firenze15 marzo 2010 17:52

    Naaaaa, ma perché a me le trecce non vengono mai così bene? Il panino tondo è me-ra-vi-glio-so!

    RispondiElimina
  22. Sarà buonissimo, ma soprattutto "l'intrecciamento" è incredibile, è perfetto, che opera d'arte!
    Ciao e... buon trasloco!
    Evelin

    RispondiElimina
  23. Sono bellissimi, e quello tondo è un capolavoro!

    RispondiElimina
  24. Dev'essere buonissimo! Brava Iana!
    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  25. meravigliosoooooooooooooooooooo ma non è che la prossima volta fai le foto di come si fanno gli intrecci???? io sono imbranata! baci Ely

    RispondiElimina
  26. Fantasticoooooooooooo! Sei veramente incredibile, il pane tondo e' a dir poco, stupendo. Lo challah mi piace molto e qualche volta lo faccio, ma cosi' "intrecciato" non mi e' mai riuscito. Bravissima, kisses

    RispondiElimina
  27. Sono ammiratissima! ma quanto brava sei ad intrecciare!!!???...vedrai coi panini che posto domani....buoni ma io sono imbranatissima con ste cose!...anche il panino piccolo è perfetto!
    complimnetissimi!

    RispondiElimina
  28. Una treccia perfetta!
    chissà con l'uvette mmmmhhhhh...che brava sei!
    baci

    RispondiElimina
  29. Non riesco a scaricare la foto :-(
    Sai che anche in Ungheria preparano morbidi
    panbriosce burrosi preparati con il latte,intrecciati e spolverati con i semi di papavero?

    RispondiElimina
  30. Una favola!
    Grazie per i links! Magari ci provo anche io! Le tue foto invogliano molto!
    Un saluto
    Kemi

    RispondiElimina
  31. @asa: sapevo che sarebbe stata una ricetta per te! ;)

    @fabiana: nella furia di scrivere questo post mi sono dimenticata del tuo portafortuna... ma è già pronto per domani;)!

    @damiana: anch'io ce lo avevo sul tavolo e lo bloccavo e rimandavo indietro ogni 2 secondi ;)!

    @sandra: grazie cara!:)

    @zuccherofilato: mi intrighi proprio mmmmh!

    @everybody: grazie e provate!

    RispondiElimina
  32. hai ragione è squisito ed immaginarlo imburrato e spalmato di un sottile strato di marmellata da vita ad un dipinto d'autore davanti al quale rimanere in silenziosa ammirazione (ma subito dopo bisogna mordere e mangiare!!)... Mi piace moltissimo. Deborah

    RispondiElimina
  33. Brava!!! Perfetti questi intrecci, complimenti!!!
    La challah è una cosa che ho sempre letto, ma non ho ancora mai provato a farla, spero di riuscirci presto ;-)

    RispondiElimina