martedì 17 novembre 2009

DI ME, DEI LIBRI DI CUCINA E DEL LIBRO DEL CAVOLO

Ieri sera sono stata alla presentazione del libro di Sigrid a Firenze e finalmente anche io ce l'ho in carne ed ossa!!!
L'aperitivo è stato molto carino, buoni gli stuzzichini, carina l'atmosfera, magari il posto un pò risicato per tutti gli avventori, ma ci siamo allargati bene bene tutt'intorno al locale, quindi è andata a meraviglia! Finalmente ho avuto l'opportunità di dare un volto ai tanti blogger di cui seguo le gesta culinarie ed i pensieri giorno per giorno. E' stato bello e un pò strano trovarsi di fronte a persone totalmente sconosciute che in fondo non c'entravano niente con l'idea che ti eri fatto di loro, e ritrovarsi a parlare di cose della propria vita culinaria e non , come se ci si conoscesse! Anche un pò imbarazzante, sì, ognuno lì a scrutare il prossimo chiedendosi sarà lui (o lei?)... ho letto da qualche parte che qualcuno suggeriva di mettersi un cartellino di riconoscimento... in effetti avrebbe reso il tutto più semplice ;)
Comunque ho conosciuto: la carinissima Gaia, che è stata quella con cui ho parlato di più e mi ha fatto un'ottima impressione ;), poi sono riuscita a dare un volto a Corrado, al famoso Livio, ho fatto quattro chiacchiere con Cecilia, ho scoperto che c'era qualcuno del forum di gennarino.org, e ho conosciuto altri che non saprei invece abbinare al mondo internettiano tipo una Chiara bionda! Insomma una bella esperienza, che se si ripetesse mi farebbe proprio piacere.
Ma veniamo al libro... Io adoro i libri di cucina, nel senso che adoro sfogliarli, quando arrivo in libreria è la prima sezione che guardo, sono affascinata da foto e preparazioni ma questo è il PRIMO LIBRO DI CUCINA CHE ABBIA MAI COMPRATO!!! (Quindi cara Sigrid, sentiti onorata ;)!) In realtà mi piacciono, mi piacciono, ma non li compro mai, penso che sia perchè mi piace fare di testa mia, quindi alla fine i libri di ricette mi sembrano sempre un pò sprecati!
Perchè ho comprato questo? Beh intanto certo non si poteva andare al raduno del cavolo e andarsene senza neanche un libro, poi di certo la mia nuova veste da foodblogger ha cambiato un pò le cose e magari da ora in poi mi riempirò la casa di simili oggetti... ma oltre a tutto questo la cosa che subito mi ha fatto piacere il libro del cavolo è che c'è un pò di tutto, sia in quanto a preparazioni, che riguardo all'origine, insomma è multiculti, un pò come mi sento io! ;)
Ora che ce l'ho tra le mani, devo dire che è veramente bello, curato in ogni minimo dettaglio, mi piace tanto il tocco personale ed intimo che ha, le foto sono meravigliose e le ricette intriganti... insomma sono davvero fiera e contenta del mio primo libro di cucina...Quindi complimenti a Sigrid e allo staff di Cibele per aver fatto un lavoro così bello! L'unica cosa che non mi entusiasma sono gli emoticons (si chiamano così le faccine vero?), ma insomma, è un dettaglio e del resto non si può essere perfetti per tutti!!!

16 commenti:

  1. Eh, si' e' stata una piacevole serata, anche per me!
    Eppoi dare alla tua voce un accento che ricorda un po' Napoli e' stata una simpatica sorpresa!
    Per le emoticons, invece, a me sono piaciute. L'ho interpretate come un modo di rendere omaggio alle origini ed un'abitudine a cui ormai con Sigrid ed il web mi sono abituata!
    ;-) per l'appunto!
    un abbraccio anche a Frida

    RispondiElimina
  2. Proprio ieri o l' altro ieri che ho letto dell' incontro mi sono detta"iana e' a Firenze, forse ci andra'", e cosi' e' stato. Molto bello da quanto leggo, mi fa piacere per te e immagino che ci possa essere stato un po' di imbarazzo, normalissimo in una situazione cosi, dare un volto al conosciuto virtuale..... Gaia, con quegli occhi che vediamo sul suo profilo, non poteva essere che carinissima e la Chiara bionda, a cui non hai saputo dare un nome, poteva forse essere kia, del Pranzo di Babette? un blog bellissimo che seguo da molti anni e adoro.
    Ma come non comperi libri di cucina? io li colleziono come quelli d'arte, datti da fare. Kisses

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia... io credo di essermi persa la serata milanese, ma ne sarebbe valsa davvero la pena!! Allora a breve sperimenterai le ricettine del tuo primo libro di cucina!!

    RispondiElimina
  4. Ciao Iana, complimenti per la tua bellissima Frida, che ci guardava tutti quanti un po' imbambolata! Dovrà assolutamente partecipare a tutti i nostri prossimi incontri. Ma davvero è il primo libro di ricette che compri???Cecilia

    RispondiElimina
  5. Edi, la serata milanese è il 28! La sto aspettando anche io con ansia...
    Deve essere stata una piacevole serata quella di ieri, mi piacciono ed incuriosiscono queste iniziative di incontri tra foodblogger!

    RispondiElimina
  6. Bello, questo post mi è piaciuto molto, deve essere stato cerino andarci e trovarvi tutti insieme!

    RispondiElimina
  7. Mamma mia che emozione dev'essere stato!!!!Sarei venuta proprio volentieri con te!!!
    UN ABBRACCIO

    RispondiElimina
  8. Marcellagiorgio17 novembre 2009 21:41

    Ciao Iana-Giuliana, complimenti per la tua bellissima Frida è sicuramente una bambina molto buona, ha sopportato in silenzio tutte noi che l'abbiamo frastornata con chiacchiere e complimenti.
    Spero di rivedervi ancora
    Marcella

    RispondiElimina
  9. uffa ci volevo essere anche io! chiedo al Cavoletto se può ampliare il tour.
    Baci

    RispondiElimina
  10. @Barbara
    grazie per il carinissima, che prendo volentieri (eh, ci mancherebbe..) ma forse iana intendeva per i modi ;-)
    buonanotte

    RispondiElimina
  11. Iana sai che anch'io non compro molti libri di cucina? Di solito me li regalano, ma li amo immensamente, piùche per le ricette, mi piace incantarmi davanti alle foto...ma quanto le amo!!! :-D
    Il libro di Sigrid deve essere bellissimo, ma le emoticons dove sono?
    Ti mando un bacione
    Ago :-D

    RispondiElimina
  12. Iana,primo mi scuso per non averti cercata in quel bailamme . Secondo, che eri per caso la mammina con marmocchio in collo,vicino al banco di mescita ? Il tempo di vederti e poi la marea...- Livio

    RispondiElimina
  13. io invece ne compro tanti da non avere quasi più spazio nella libreria in cucina. Mi piace averli e sfogliarli, gustare la ricetta prima ancora di cucinarla.
    Hai scelto bene, come primo libro!

    RispondiElimina
  14. Cara Iana, posso farti un augurio? Che questo sia il primo di una lunga, lunghissima serie di libri di cucina: da leggere, praticare, amare. E da condividere con i tuoi cari (nel senso che poi dai libri di cucina devono scaturire conseguenze molto... tangibili). Ciao!

    Sabrine

    RispondiElimina
  15. @Gaia: napoletano? Questo non me l'ha proprio mai detto nessuno! Sì, intendevo carina per i modi, ma lo sei anche fisicamente, s'intende! ;)
    Per quanto riguarda gli emoticons più che l'idea, non mi piacciono proprio esteticamente sti pallini gialli... sul web si tratta solo di segni di punteggiatura e non mi disturbano, anzi aiutano ;)!

    @Barbara: boh... non lo so, in effetti sono entrambe molto bionde ma non ci metterei la mano sul fuoco... io preferisco collezionare i libri d'arte... ma quello è il mio lavoro, e la mia passione primaria! ;)

    @cecilia: grazie mille per i complimenti alla mia bimba, a presto!

    @marcellagiorgio: eh già, è paziente! E' stato un piacere conoscerti ed averti qui!

    @Ago: gli emoticons sono nel testo, un pò come negli articoli sul web! Finalmente qualcuno che mi capisce un pò ;)!

    @sanbernardo: probabile... non che sia stata tutto il tempo ad aspettare il vino eh! ;)
    Eh già, c'era un sacco di gente... comunque ora so come sei fatto e la prossima volta ci si conoscerà di sicuro ;)

    @sabrine: vedremo vedremo!

    RispondiElimina
  16. ciao iana che bel racconto che ci hai donato. sapevo del libro del cavolo...ma non sapevo di questo incontro..mentre ti leggevo ho provato ad immaginare la situazione..che sì, deve essere stata davvero buffa per certi versi...ma anche molto molto divertente. diciamo che un giorno mi piacerebbe conoscervi tutti!!!ciao, un carissimo saluto!

    RispondiElimina