domenica 27 settembre 2009

MARMELLATA DI PEPERONCINI DEI MIEI E LA DIFFICOLTA' DELLA VIA DI MEZZO


Per il mio secondo post ho scelto una ricettina dei miei genitori, che da quando si sono messi a fare i contadini ne sfornano di tutti i colori!
Come ormai ho detto abbondantemente la mia dolce metà è africano, in realtà mezzo africano (mamma fiorentina e papà sierraleonese), per di più west Africano e quando l'ho conosciuto metteva il peperoncino ovunque, lo giuro, anche sulla semplice insalatina verde! Quindi inizialmente si mangiava entrambi abbastanza piccante... ora abbiamo i bimbi e all'inizio cercavo il compromesso: cucinavo un pochino piccante, con un'idea di peperoncino e, morale della favola: nessuno era contento! Per Andrè era troppo e Leonard neanche lo sentiva. Dopo qualche tentativo ho tagliato la testa al toro e cucino senza peperoncino... poi chi lo vuole piccante se lo aggiunge! (In realtà in qualche cosa di particolare lo metto, e Andrè un pochino lo mangia volentieri ed anche Leonard si è dato una calmata nella sua piccodipendenza!)

MARMELLATA DI PEPERONCINI:
Una marmellatina deliziosa che sta benissimo su carni e formaggi

Per 1 Kg di peperoncini (pesati dopo avergli tolto i semi)
1 bicchiere di vino rosso (ad es. Paiara)
600 gr. di zucchero semolato
2 cucchiai di miele di castagno

Allora intanto per la scelta dei peperoncini sta a voi, dipende da quanto amate il piccante... noi osiamo, ma vi consiglio quelli che a prescindere dalla piccantezza abbiano comunque un buon sapore. Il lavoraccio è togliere tutti i semi, quindi se volete risparmiare fatica, sceglieteli belli grandi! Per chi ha la pelle delicata o vuole strafare, consiglio anche l'uso di un bel paio di guanti durante l'operazione (mia madre s'è ustionata le mani! :))
Prendete 1 Kg di peperoncini a cui avete tolto i semi, metteteli in una pentola con 1 bicchiere di vino rosso che vi piace (ovvio, non un'Amarone, un vino da tavola va più che bene!), e fate cuocere finchè i peperoncini non si siano ammorbiditi (una decina di minuti). Fate raffreddare un pò, poi frullate il tutto.
Aggiungete 600 gr. di zucchero (come nella marmellata normale, se vi piace più dolce, aumentate fino a 800 gr.) e lasciate a macerare 5 o 6 ore.
Mettete il tutto in un pentolone a "marmellatare" a fuoco medio, girate di tanto in tanto e quando vedete che si sta addensando (prova del piattino docet) aggiungete 2 cucchiai di miele di castagno e mescolate finchè non avrete raggiunto la consistenza desiderata.
Nel frattempo sterilizzate i vasetti, e poi invasare la marmellata ancora bollente, chiudere i vasetti, metterli a testa in giù e lasciar raffreddare.
Vi giuro che è fantastica!


4 commenti:

  1. Ciao Iana, benvenuta prima di tutto, sei un freschissimo arrivo!!
    Io penso che potrei morire con tanto peperoncino :D, complimenti per aver trovato la decisione salomonica!
    A presto,

    ELvira

    RispondiElimina
  2. complimenti per la realizzazione a me sembra venuta più che bene, capisco con i bambini non è facile ma è la migliore decisioni che potevi prendere secondo me

    RispondiElimina
  3. @ Elvira: Grazie, sono contenta di essere qui. La marmellata sembra più terribile di quello che è, se scegli i peperoncini giusti rimane solo un pizzicorino di sottofondo! :) grazie per essere passata di qui!

    RispondiElimina
  4. @ Gunther: Grazie mille per i complimenti e per la visita... ho appena aperto il tuo blog... ricette vagabonde! M'ispira, vado subito a fare un giro!

    RispondiElimina